Passa ai contenuti principali

Risotto asparagi guanciale e crema di mozzarella.

 

Risotto asparagi guanciale e crema di mozzarella.

Prepariamo oggi un bel risotto, ricco di sapori primaverili, che guarniremo con una crema molto particolare, non vi svelo altro e vi invito ai fornelli per seguire e prepararlo insieme.

 

Ingredienti:

Asparagi, mozzarella fior di latte, patata, burro, vino bianco parmigiano grattugiato, guanciale , aglio, origano, aceto,classico brodo vegetale per la cottura del riso.

 

Execution:

Risotto, quando parliamo di risotto, la prima cosa da fare!!!!! il brodo vegetale, quindi, sedano carota cipolla zucchina alloro, semi di cumino e un pomodorino fresco, tutti mondati r a bagno in un pentolone di acqua fredda, copriamo e via sul fuoco a fiamma moderata/bassa.

Risotto con asparagi, quando in primavera abbondano, li utilizziamo spesso, e approfittiamo per conservarli, un modo semplice e veloce per farlo e quello di riporli in bustine per il sottovuoto, passarli sotto l’apposita macchina e riporre i pacchettini raggrinziti in congelatore, li utilizzeremo in piena estate ed anche in inverno, ma torniamo alla nostra ricetta, il brodo sobbolle piano e in silenzio, passiamo a dividere gli asparagi decongelati, una parte li tagliamo a piccoli tocchetti da utilizzare direttamente nel riso durante la cottura, gli altri invece li passiamo in padella con un po’ di sale olio e spicchio di aglio, rosolati bene li uniremo ad un po’ di patata lessa e frulleremo il tutto fino ad ottenere una sorta di vellutata, prepariamo anche il guanciale, tagliamolo a fettine sottili e lasciamolo sudare in padella senza aggiungere nulla, quando sarà ben croccante disponiamolo su carta assorbente e teniamolo da parte, altra preparazione prima di iniziare la cottura del riso, sarà la crema di mozzarella, che lasceremo ben sgocciolare dal suo liquido di governo, la riduciamo a pezzi grossolani che andiamo a frullare insieme ad un goccio di olio evo e un pizzico di origano, frulliamo fino ad ottenere una crema più liscia possibile, trasferiamola in un pentolino filtrandola con un colino a maglie strette, aggiungendo solo un pizzico di sale e un filo d’olio, teniamola da parte la utilizzeremo alla fine come guarnitura dopo averla semplicemente riscaldata.

Abbiamo tutti gli ingredienti pronti, il brodo caldissimo non aspetta altro che di essere utilizzato, quindi tegame dai bordi alti sul fuoco a scaldare tosteremo infatti il riso a secco, via tuffiamolo nel tegame caldo e aggiungiamo un po’ di sale grosso, saltiamolo per tostare bene tutti i chicchi e appena li vedremo translucidi sfumiamo con del buon vino bianco, lasciamo evaporare bene la parte alcolica ed iniziamo a versare il brodo sempre molto caldo ogni volta che il riso ne avrà bisogno, possiamo aggiungere gia da subito una parte degli asparagi crudi tagliati a piccolo tocchi, un'altra parte la aggiungeremo dopo aver raggiunto metà cottura in modo da averli nel piatto ancora quasi integri, mentre giriamo il riso e versiamo brodo, trasferiamo in un piccolo mortaio il guanciale e frantumiamolo creando un crumble, siamo quasi giunti alla cottura ideale, vi ricordo che un buon carnaroli impiega dai diciotto ai venti minuti per farlo, portiamo i pentolini con la vellutata di asparagi e quello con la crema di mozzarella sul fuoco basso basso dobbiamo solo portarli ad una buona temperatura, il riso e pronto all’onda quindi fuori dal fuoco aggiungiamo parmigiano grattugiato e una bella noce di burro e poche goccioline di aceto, mantechiamo così lasciando riposare per un minuto, impiattiamo livellando il risotto sul fondo del piatto, dando dei piccoli colpi sotto al piatto con il palmo della mano, guarniamo adesso con un po’ di guanciale croccante la crema di mozzarella e la vellutata di asparagi, serviamo fumante e non ci sediamo con i nostri amici ospiti perchè vedrete che chiederanno tutti il bis.

Flaviano alias dal legno ai fornelli vi abbraccia virtualmente dandovi appuntamento alle prossime ricette, sempre sul blog www.dallegnoaifornelli.com 











 
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce. Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti. Ingredienti: mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce. Execution: prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando do

Calamarata di terra

Calamarata di terra “Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “ Ingredienti: per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco. Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiat

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno.

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno. La  zanchetta o pataraccia , da noi conosciuta come chianchetta, fa parte dei pesci poveri, spesso sottovalutata per questo, ma a torto perche ricca di proprietà nutrizionali e poverissima di grassi. Nelle sue taglie piccole e utilizzata fritta, ma nelle taglie degli esemplari maturi possono raggiungere anche i venticinque centimetri, le sue carni sapranno sorprenderci piacevolmente con la loro sostanza e delicatezza. Andiamo quindi a prepararla oggi all’acqua pazza, cucinata in forno. Ingredienti: Zanchetta, pescato fresco, aglio olio prezzemolo, rametto di timo, pomodorini,sedano alloro cipolla, peperone verde acqua, vino bianco sale e pepe. Execution: la prima cosa da fare appena tornati dal mercato e pulire il pescato sviscerandolo, tagliando le pinne dorsali e sciacquandolo sotto acqua corrente, io tolgo anche le branchie e tutte le parti scure che troviamo all’interno, che in cottura darebbero un gusto a

Followers

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.