Passa ai contenuti principali

Lupini linguine e limone.

 

Lupini  linguine e limone.

Il piatto più gettonato dell’estate, velocissimo da preparare, sul blog troverete molte ricette con questo ingrediente, ma come dicevo nel periodo estivo ne facciamo man bassa, avrete capito già di cosa stiamo parlando, ed oggi a questo stupendo piatto o dato il nome di, il mare d’estate, un velocissimo piatto estivo per eccellenza, i mitili delle coste molisane condiranno le linguine trafilate a bronzo, per un pranzo veloce e super saporito, corriamo dunque in cucina e prepariamolo insieme.

 

Ingredienti:

Vongole lupini, aglio olio evo, prezzemolo, peperoncino, limone biologico e naturalmente le linguine trafilate a bronzo.

Execution

Troviamo ormai le vongole freschissime gia spurgate, ma per fugare ogni dubbio lasciamole in una bacinella con acqua e sale, meglio sarebbe farlo con acqua di mare microfiltrata, la passiamo trovare nei vivai dove compriamo le vongole, questo nei posti di mare, per noi che invece viviamo nell’entroterra, toccherà accontentarci di acqua e sale, teniamole in questa soluzione salina anche per un paio d’ore, in un luogo fresco e al buio, il frigo e perfetto, una volta terminato l’ulteriore spurgatura, sciacquiamole sotto acqua corrente strofinandole energicamente con le mani, teniamole in una ciotola e proseguiamo con la ricetta, padella sul fuoco con un paio di spicchi di aglio e olio evo, lasciamo scaldare e rosolare l’aglio oltre la doratura, per dare al tutto un leggero gusto di affumicato, aggiungiamo un po’ di prezzemolo con tutti i gambi e le vongole, copriamo per due minuti agitando la padella, togliamo il coperchio e con le pinze in mano osserviamo le vongole,come falchi che scrutano il terreno per scovare le loro  prede, eccole appena iniziano a scoppiettare aprendosi, prendiamole con le pinze togliendole dalla padella, sembrerà strano ed inutile ma così facendo avremo dei frutti polposi morbidi e succosi, terminata questa operazione filtriamo il liquido in padella, senza lavarla puliamolo con un foglio di carta da cucina, e teniamola pronta, portiamo sul fuoco la pentola per lessare la pasta e portiamola a bollore, mentre aspettiamo priviamo una parte delle vongole delle valve lasciandone una metà intere, oltre che a guarnire daranno molto più sapore al nostro piatto, raggiunto il bollore caliamo la pasta, non saliamo perchè i lupini sono molto sapidi basterà il brodetto ottenuto dalla loro apertura per salare anche la pasta, riportiamo sul fuoco la padella utilizzata in precedenza, aggiungendo un filo d’olio evo ed il brodetto filtrato, appena inizierà a sobbollire scoliamo le linguine grondanti direttamente in padella e portiamole alla cottura ottimale risottando, aggiungiamo un paio di minuti prima della cottura tutte le vongole con il guscio e senza, saltiamo infine spolverando con trito di prezzemolo e buccia di limone grattugiato, impiattiamo guarnendo con un rametto di prezzemolo e del peperoncino per chi piace e serviamo fumante, augurando un buon pranzo tuffiamoci nel sapore di mare sapore di sale del nostro piatto, scherzando e divagando Flaviano alias dal legno ai fornelli vi abbraccia virtualmente e vi saluta.







 

Commenti

Post popolari in questo blog

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce. Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti. Ingredienti: mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce. Execution: prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando do

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno.

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno. La  zanchetta o pataraccia , da noi conosciuta come chianchetta, fa parte dei pesci poveri, spesso sottovalutata per questo, ma a torto perche ricca di proprietà nutrizionali e poverissima di grassi. Nelle sue taglie piccole e utilizzata fritta, ma nelle taglie degli esemplari maturi possono raggiungere anche i venticinque centimetri, le sue carni sapranno sorprenderci piacevolmente con la loro sostanza e delicatezza. Andiamo quindi a prepararla oggi all’acqua pazza, cucinata in forno. Ingredienti: Zanchetta, pescato fresco, aglio olio prezzemolo, rametto di timo, pomodorini,sedano alloro cipolla, peperone verde acqua, vino bianco sale e pepe. Execution: la prima cosa da fare appena tornati dal mercato e pulire il pescato sviscerandolo, tagliando le pinne dorsali e sciacquandolo sotto acqua corrente, io tolgo anche le branchie e tutte le parti scure che troviamo all’interno, che in cottura darebbero un gusto a

Calamarata di terra

Calamarata di terra “Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “ Ingredienti: per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco. Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiat

Followers

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.