Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2021

Scialatielli di pasta secca con lumache al pomodoro.

  Scialatielli di pasta secca con lumache al pomodoro. Ci cimenteremo con questa ricetta, realizzando un insolito e poco comune piatto di pasta, gli scialatielli che condiremo con delle lumache al pomodoro profumato all’origano, quelle più grandi le prepariamo alla bourguignonne, classica ricetta francese, quelle piccole e selvatiche raccolte sui cardi secchi in piena estate, da noi chiamate ( i ciammrchell) cotte nel loro piccolo guscio al pomodoro, che danno un sugo dal sapore indescrivibile, ma poi le troviamo anche fritte ed in tanti altri modi, prepareremo le nostre   lumache oggi, senza il loro guscio, saltate in un pomodoro fresco aromatizzato all’origano per condire della pasta, quindi non dilunghiamoci oltre ed andiamo subito ad iniziare. Ingredienti: Lumache, pomodorini freschi, aglio olio prezzemolo e origano, vino bianco, alloro e pecorino grattugiato.     Execution:   Iniziamo partendo dalle lumache, possiamo acquistarle già spurgate, nei surgelati le troviamo a

Cavatelli molisani di pasta fresca, con rape in tre consistenze.

  Cavatelli molisani di pasta fresca, con rape in tre consistenze. Leggendaria in Puglia la pasta con le rape, ma anche da noi in Molise non è da meno, la realizzeremo come piace a me, con le rape preparate in tre consistenze, lesse croccanti e in crema, con questo trittico condiremo e avvolgeremo di sapori una velocissima pasta fresca tipica del sud Italia, realizzata con sola semola e acqua, I cavatelli , spostiamoci quindi velocemente in cucina e iniziamo.   Ingredienti: Rape, aglio olio evo, peperoncino, sale colatura di alici   e ricotta stagionata morbida, quella che grattugiata forma dei trucioli, per i cavatelli, semola di grano duro rimacinata, sale olio e acqua appena   tiepida.   Execution: Mondiamo le rape eliminando le foglie e i gambi esterni e danneggiati, teniamole in acqua e bicarbonato, mentre andiamo a preparare l’impasto per i cavatelli, semola un pizzico di sale un po’ d’olio evo e acqua appena tiepida lavoriamo bene per quindici minuti e lasciamo a

Carrè di castrato al ragù.

  Carrè di castrato al ragù. Andiamo a preparare nella ricette che vi propongo, un ragù di carne, con cui condiremo della pasta fresca, ma non e questa la ricetta, parleremo e prepareremo il nostro ragù con il carrè di castrato, taglio delicato e indicato per diversi tipi di cottura, il castrato, come definirlo si così può nadare bene, un agnello un po’ più grande e un po’   più saporito, non esitate e provatelo, eccezionale per i ragù forti, per un ottima genovese, ma anche da fare arrosto, al forno con patate e verdure, si effettivamente poliedrico il nostro castrato, ma passiamo dalle chiacchiere ai fatti e spostiamoci ai fornelli per iniziare.   Ingredienti: Carrè di castrato, sedano carote e cipolla, passata di pomodoro, aglio, ginepro, sale olio alloro e vino bianco, prezzemolo e timo. Per l’insalata invece utilizzeremo della lattuga romana, pomodorini datterini, rossi e gialli, olio evo sale e aceto di mele.   Execution:   Iniziamo la ricetta molto in anticipo

Chitarra home made al ragù di castrato.

  Chitarra home made al ragù di castrato. Il pranzo della domenica in famiglia oggi ci vede alle prese con un classico, pasta fresca alla chitarra, condita con un intenso ragù di castrato, per la precisione abbiamo un carrè di castrato che serviremo come secondo piatto, il ragù ottenuto lo utilizzeremo per condire la nostra pasta, nella ricetta vi illustrerò solamente l’esecuzione e l’impiattamento, per gli ingredienti e la preparazione del ragù vi rimando alla ricetta successiva, ( Carrè di castrato al ragù) , spostiamoci quindi in cucina ed andiamo a preparare la nostra pasta fresca di oggi. Ingredienti   Semola di grano duro rimacinata, farina di grano tenero di tipo uno, sale olio evo e acqua. Per l’impiattamento   ricotta stagionata e basilico.     Execution:   Mescoliamo le farine setacciandole e aggiungendo un po’ di sale, formiamo la fontanella e versiamoci dentro dell’olio evo e acqua appena tiepida,iniziamo ad impastare fino ad ottenere un panetto il più possibile li

Spaghettone a vongole.

  Spaghettone a vongole. Il primo piatto di mare che e sempre presente in tutti i menù di pesce, ed anche nelle nostre case, pochi ingredienti, veloce e capace di mettere tutti d’accordo, con un po’ di pomodoro, arricchito con spezie orientali, classico solamente con olio aglio e prezzemolo, possiamo sbizzarrirci con le sue mille varianti, ma l’unica accortezza per la riuscita del piatto e non lasciare cuocere troppo i mitili, quindi spostiamoci ai fornelli e torno a spiegarvi per bene tutti i passaggi per la ricetta perfetta di oggi.   Ingredienti: Vongole veraci o vongole lupini, olio evo, aglio prezzemolo, opzionali, pepe peperoncino e vino bianco, come pasta non possiamo non rispettare la tradizione, spaghetti o linguine di buon qualità. Execution: Andiamo subito ad iniziare sciacquando le vongole, eliminando quelle danneggiate o vuote, lasciamole per circa un ora in una soluzione di acqua e sale, trenta grammi di sale per litro di acqua, così facendo elimineremo e

Taccozze alla curcuma con borlotti secchi.

  Taccozze alla curcuma con borlotti secchi. Ancora pasta fresca da abbinare ai legumi, oggi utilizzeremo dei fagioli borlotti secchi, con della pasta fresca dal formato che nelle nostre zone si chiama taccozze, quadretti di pasta con misure variabili dai due centimetri e mezzo di lato, ai tre centimetri e mezzo, impasto semplicissimo semola, farina di tipo uno e acqua, a cui noi oggi aggiungeremo una spezia, ma spostiamoci ai fornelli ed andiamo ad iniziare.   Ingredienti: Fagioli borlotti secchi, olio sale peperoncino, prezzemolo o basilico,  per la pasta fresca, semola, farina di tipo uno, olio sale acqua e curcuma.   Execution: Iniziamo sciacquando i borlotti lasciati in ammollo la sera precedente, mettiamoli in cottura soltanto con acqua, ci vorranno un paio d’ore per la loro cottura, nel frattempo mescoliamo le due farine con la polvere di curcuma, iniziamo ad   impastare dopo aver aggiunto sale un po’ di olio evo e acqua qb, appena tiepida  impastiamo energicamente

Paccheri e seppia dello spazzacamino.

  Paccheri e seppia dello spazzacamino. Primo veloce di mare oggi, un bel pacchero di gragnano con della seppia freschissima e perche no anche con il suo nero. Autunno tempo di prepararsi per l’inverno, via alla pulizia del camino e chissà se proprio lo spazzacamino venuto per la pulizia del camino ha messo le mani nella ricetta di oggi!!!! Spostiamoci quindi ai fornelli e controlliamo, mentre veloci andiamo ad iniziare.   Ingredienti: Seppie, aglio olio e prezzemolo, sale pepe e peperoncino fresco dolce, pecorino grattugiato.   Execution: Andiamo ad iniziare la ricetta per questo velocissimo primo dall’intenso sapore di mare, pochi ingredienti per un grande piatto, iniziamo pulendo delicatamente le seppie, lasciando integre le sacche che contengono l’inchiostro che utilizzeremo dopo, infatti sarà proprio il nero che con il suo umami renderà il piatto indimenticabile per l’intenso sapore di mare, procediamo sciacquando bene le carni della seppia private anche della p

Regginette funghi e pomodorini.

  Regginette funghi e pomodorini. Di ritorno dal mercato dei contadini,si i piccoli produttori del circondario, prodotti a chilometro zero, andiamo a preparare un primo piatto veloce e squisito, pasta con funghi e gli ultimi pomodorini della stagione, quelli recuperati dai piccoli produttori prima di estirpare le piante e preparare il terreno per altre colture, andiamo veloci ai fornelli ed iniziamo. Ingredienti:   Funghi freschi, pomodorini, aglio prezzemolo, vino bianco,olio evo sale e crema di pecorino. Execution: Andiamo subito ad iniziare mondando i funghi freschi, che siano cardoncelli champignon o pleurotus, la metodologia e la stessa che conosciamo, spazzolino e coltellino, tagliamo l’estremità del gambo per la naturale presenza di terriccio, e con lo spazzolino puliamo delicatamente il gambo e la parte superiore del fungo andando ad eliminare eventuali tracce di terra, solo per gli champignon, aiutandoci con il coltellino togliamo il primo strato di pellicina pres

Melenzane sott’olio delle tre ore e una notte.

  Melenzane sott’olio delle tre ore e una notte. Tre ore sotto sale, tre ore in aceto bianco e una notte sotto un peso per perdere l’aceto assorbito. Certo non è il titolo di un piatto di pasta, infatti   parleremo oggi delle melanzane sott’olio, una vecchia ricetta per conservare uno degli ortaggi simbolo dell’estate, utilizzeremo le ultime della stagione, quindi sempre un prodotto a chilometri 0, siamo a metà ottobre e i piccoli produttori riescono a recuperarne un po’ ancora della stagione, certo saranno un po’ più piccole e bruttine, ma polpose e con meno acqua di vegetazione, e quasi prive di semi, perché delle tre ore, ve lo spiegherò dopo, il ricordo mi porta a quando da bambino le vedevo preparare a mia madre, costretta poi a nasconderle altrimenti non sarebbero arrivate neanche a Natale, ma questa e un'altra storia, spostiamoci quindi in cucina ed andiamo a prepararle insieme.   Ingredienti: Melanzane, aceto bianco, sale grosso, olio evo, origano, aglio e pepero

Followers

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.