Passa ai contenuti principali

Aglio olio e peperoncino risottati al nero di seppia.

 

Aglio olio e peperoncino risottati al nero di seppia.


Oggi prepareremo insieme la ricetta più veloce semplice ed economica in assoluto, quella che ti risolve il pranzo e in qualche caso la cena degli amici all’improvviso, aglio olio e peperoncino, Ma!!!!!!! Rendiamola un po’ chic e un po’ gourmet per soddisfare anche la vista oltre al palato.

 

Piccola premessa: facile arricchire un piatto di pasta con un ingrediente speciale e di conseguenza anche costoso, bottarga, tartufo,crostacei e non vado oltre.

 

Possiamo ottenere un risultato simile se non addirittura migliore con un ingrediente non sempre apprezzato come meriterebbe e non gradito dai più.

Premessa nella premessa, tutti abbiamo il pescivendolo di fiducia dove ci riforniamo e che conosciamo da anni, tutti sappiamo che moltissimi clienti delegano proprio il pescivendolo nella pulizia del pescato acquistato, vuoi per tempo per incapacità, a qualcuno da fastidio farlo comunque il nostro pescivendolo si presta ben volentieri all’ingrato compito, conservando così la fiducia del cliente, ebbene domani mattina o quando potete passate di buon ora in pescheria e chiedete gentilmente se vi possono conservare le sacche dell’inchiostro contenute nelle seppie, sempre che siano freschissime, prima dell’ora di chiusura passate a ritirare quando chiesto, non pagherete nulla, se non un caffè da offrire al vostro pescivendolo.

 Tornati a casa decidete se preparare una ricetta al nero di seppia, oppure conservarlo, controllate che sia fresco ed è questo facilissimo, basta che l’inchiostro contenuto nelle piccole sacche sia bello liquido e non grumoso, infatti se congelato o tenuto troppi giorni sul ghiaccio oltre all’odore non proprio di mare, diventerà grumoso e non tornerà in nessun modo allo stato liquido liscio e vellutato.

In un prossimo post vi illustrerò come conservarlo per i vari utilizzi, adesso però passiamo alla ricetta senza dilungarci oltre.

 

Ingredienti:

 

aglio olio peperoncino  prezzemolo basilico e sale, pasta lunga spaghetti linguine o bucatini e naturalmente il nero di seppia fresco.

 

 Execution:

 

Pentola con abbondante acqua sul fuoco, mentre aspettiamo tagliamo due spicchi d’aglio a lamelle sottilissime, un po’ di gambi di prezzemolo sempre tagliuzzati finemente, mentre con le foglioline un classico trito,

versiamo dell’olio evo in un ampia padella le lamelle di aglio i gambi sminuzzati di prezzemolo e un po’ di peperoncino,

caliamo la pasta in acqua dopo averla salata e lasciamo partire il fuoco sotto la padella con il condimento.

 

 Dopo qualche minuto alziamo la fiamma sotto alla padella e scoliamoci dentro  la pasta, iniziamo a risottare aggiungendo se il caso ancora qualche cucchiaio di acqua di cottura della stessa, versiamo anche il nostro inchiostro nerissimo continuando a risottare fino a cottura ideale, appena pronta impiattiamo su piatto bianco, guarnendo con il trito di prezzemolo il peperoncino fresco e le foglioline di basilico.

Serviamo velocemente e fumante augurando buon pranzo ai nostri ospiti osservando feici i loro sguardi increduli.

Flaviano alias dal legno ai fornelli come sempre vi saluta ringraziandovi per il vostro tempo dedicatomi e vi da appuntamento alle prossime ricette.












 

Commenti

Post popolari in questo blog

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce. Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti. Ingredienti: mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce. Execution: prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando do

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno.

Zanchetta o Pataraccia all’acqua pazza, in forno. La  zanchetta o pataraccia , da noi conosciuta come chianchetta, fa parte dei pesci poveri, spesso sottovalutata per questo, ma a torto perche ricca di proprietà nutrizionali e poverissima di grassi. Nelle sue taglie piccole e utilizzata fritta, ma nelle taglie degli esemplari maturi possono raggiungere anche i venticinque centimetri, le sue carni sapranno sorprenderci piacevolmente con la loro sostanza e delicatezza. Andiamo quindi a prepararla oggi all’acqua pazza, cucinata in forno. Ingredienti: Zanchetta, pescato fresco, aglio olio prezzemolo, rametto di timo, pomodorini,sedano alloro cipolla, peperone verde acqua, vino bianco sale e pepe. Execution: la prima cosa da fare appena tornati dal mercato e pulire il pescato sviscerandolo, tagliando le pinne dorsali e sciacquandolo sotto acqua corrente, io tolgo anche le branchie e tutte le parti scure che troviamo all’interno, che in cottura darebbero un gusto a

Calamarata di terra

Calamarata di terra “Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “ Ingredienti: per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco. Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiat

Followers

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.