Passa ai contenuti principali

Mezze lune con ripieno di ricotta cicoria e uvetta saltate in pesto di basilico alle noci e servite su vellutata di patate.


Mezze lune con ripieno di ricotta cicoria e uvetta saltate in pesto di basilico alle noci e servite su vellutata di patate.


Pranzo della domenica ricco, ed io mi ci ficco.
Realizzeremo delle mezze lune con un ripieno molto particolare, seguitemi ai fornelli e prepariamo insieme il pranzo di oggi.


Ingredienti:

per i ravioli a mezza luna, farina di tipo 0, semola di grano duro, di grani antichi macinata a pietra,
un pizzico di sale un filo d’olio evo e acqua tiepida.
Per il ripieno, cicorietta preferibilmente di campo, ricotta di latte vaccino, uvetta sultanina, sale e noce moscata.
Per il pesto, tante foglie di basilico fresco, olio evo, sale gherigli di noci, aglio e pecorino stagionato.
Per la vellutata, patate sale un po’ di burro un po’ di latte intero e un cucchiaino di paprica dolce.
crumble di pane tostato alla paprica dolce e a discrezione un po’ di fiori eduli.

Execution:

quanti ingredienti, ma non preoccupatevi ricetta facile per questa domenica, iniziamo subito mescolando le farine descritte negli ingredienti e impastando fino ad ottenere un bel panetto che lasceremo riposare avvolto in pellicola e riposto in frigo.
Avrete notato che nelle mie ricette con pasta fresca raramente aggiungo uova ma e semplicemente una mia scelta, se a voi piacciono utilizzatele tranquillamente.
Continuiamo la ricetta lasciando ammorbidire l’uvetta sultanina in acqua tiepida, mondiamo le cicorie e lessiamole brevemente in acqua bollente, scoliamole e immergiamole in acqua fredda, dopodichè strizziamole e tagliuzziamole finemente, impastiamo adesso con la ricotta di latte vaccino aggiungendo un pizzico di sale una grattugiata di noce moscata e l’uvetta ammorbidita, dopo aver impastato bene copriamo e teniamo da parte in frigo.
Peliamo un po’ di patate e tagliuzziamole molto piccole portiamole in un pentolino con acqua leggermente salata lessiamole per dieci quindici minuti e scoliamole bene, prima che si raffreddino completamente le frulleremo con un mixer ad immersione aggiungendo una noce di burro, un po’ di latte intero e un cucchiaino di paprica dolce, ottenuta una vellutata piuttosto liquida la riporteremo sul fuoco per lasciarla addensare il giusto.
Prepariamo anche il pesto, utilizzeremo un frullatore che azioneremo a piccoli scatti per non far riscaldare troppo il contenuto molto delicato, quindi foglie di basilico, gherigli di noci uno spicchio di aglio un pizzico di sale due cucchiai di pecorino e olio evo a filo mentre frulliamo, pronto anche il pesto.
Tiriamo fuori dal frigo l’impasto per i ravioli, creiamo una sfoglia non troppo spessa e con l’aiuto di un coppapasta creiamo i dischetti del diametro che più ci piace, posizioniamo un cucchiaino di ripieno su di ogni dischetto e bagniamo con un pennellino i bordi, ripieghiamo il dischetto su se stesso facendo fuoriuscire l’aria e schiacciamo i bordi con i lembi di una forchetta, preparati tutti i ravioli siamo pronti per ultimare la ricetta.
Pentola sul fuoco con acqua a bollire, prepariamo anche una padella per saltare i ravioli appena scolati, mettiamoci dentro un cucchiaino piccolo di burro e lasciamolo sciogliere delicatamente aggiungiamo anche parte del pesto e togliamo dal fuoco il pesto non deve mai cuocere ma solo leggermente scaldare.
L’acqua bolle, saliamo e caliamo i ravioli, mentre aspettiamo che inizino a galleggiare scaldiamo anche la vellutata girandola con una paletta come fosse una crema, riportiamo la padella con il pesto sul fuoco e tuffiamoci dentro i ravioli appena scolati saltiamo un attimo e spengiamo il fornello,
versiamo la vellutata bollente sul piatto di portata e adagiamoci sopra le mezze lune, guarniamo con ancora un po’ di pesto una leggera spolverata di crumble di pane tostato alla paprica dolce i fiorellini eduli e una bellissima foglia di basilico, serviamo e buna domenica dal vostro Flaviano alias dal legno ai fornelli.












Commenti

Post popolari in questo blog

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce. Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti. Ingredienti: mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce. Execution: prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando do

Calamarata di terra

Calamarata di terra “Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “ Ingredienti: per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco. Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiat

Linguine al granchio reale.

Linguine al granchio reale. Granchio reale o granchio blu, specie aliena predatore vorace delle nostre specie autoctone  del nostro adriatico, arrivati con il riscaldamento del nostro mare. Lui e un alieno e vuole conquistarci, noi per aiutare il nostro mare lo catturiamo, cuciniamo e lo mangiamo  un mio caro  amico si e presentato a casa con un po’ di questi strani esseri che hanno iniziato a passeggiare per casa seminando il panico e con il mio nipotino più piccolo che li inseguiva. Dopo la parte divertente, mi preparo per la ricetta che andremo di seguito a descrivere. Ingredienti: granchio reale, olio aglio, prezzemolo basilico vino bianco pomoorini damerini freschi, peperone verde, linguine di gragnano trafilate a bronzo. Execution: armati di guanti antitaglio portiamo i granchi sotto un getto di acqua corrente strofinando il loro carapace, lasciamoli sgocciolare, adesso a contatto con l’acqua dolce saranno più calmi, scusate la fase cruenta che segue, c

Follow by Email

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.