Passa ai contenuti principali

Risotto al mare.

Risotto al mare.

Altro classico estivo che non mancherà nei nostri menù estivi, il risotto ai frutti di mare, e quindi ci apprestiamo a realizzarlo nell’odierna ricetta, ma per non smentirci, in stravaganze estive lo arricchiremo con un ingrediente invernale, che abbiamo sapientemente conservato, da brave formichine, di cosa parliamo!!!!. Spostiamoci in cucina e prepariamolo insieme.

Ingredienti:

calamari, cozze scampi e gamberi, vongole e canocchie, sale olio prezzemolo, sedano alloro, scalogno carota cipolla,basilico, buccia di mandarino essiccata, sale pepe burro, vino bianco e riso vialone nano.

Execution:

la prima operazione che andremo ad eseguire sarà naturalmente preparare il pescato, puliamo i calamari e tagliamoli a rondelline, spurghiamo le vongole e puliamo le cozze, lasciamole aprire in padella con aglio e gambi di prezzemolo, togliamo al fuoco appena aperte, lasciamo raffrerdare un po’ e quindi priviamo i frutti alle loro valve lasciandone un po’ per la decorazione del piatto, filtriamo anche il liquido ottenuto e teniamo tutto da parte.
Passiamo ai crostacei, lasciamo uno scampetto intero per piatto,  tutti gli altri crostacei li priveremo del loro carapace, che utilizzeremo per il brodo mentre la polpa la terremo da parte per utilizzarla in un secondo momento.
Prepariamo il brodo di crostacei per la cottura del risotto, in una pentola lasciamo soffriggere un trito grossolano di sedano carote e cipolla, con olio evo,stufiamo a fiamma vivace per qualche minuto e aggiungiamo tutti i carapaci e gli scarti dei crostacei, rosoliamo per bene e sfumiamo con vino bianco, lasciamo evaporare la parte alcolica e copriamo il tutto con acqua e ghiaccio, aggiungiamo anche una foglia di alloro una presa di sale e copriamo, abbassiamo la fiamma al minimo e dimentichiamocene per almeno un ora e mezza.
Torniamo ai fornelli dopo quasi un paio d’ore il brodo e pronto, manca una buona mezz’ora all’ora di pranzo e iniziamo l’ultima fase della nostra ricetta.
Portiamo il tegame per la cottura del riso sul fuoco, con un po’ di olio evo  un po’ di burro e un trito finissimo di scalogno, lasciamo dorare e tuffiamoci dentro gli anellini di calamaro e i loro tentacoli e stufiamo a fiamma alta per quattro cinque minuti, togliamo tutto il contenuto del tegame lasciando sgocciolare ma senza pulirlo eccessivamente, quindi riportiamolo sul fuoco e versiamo il riso che tosteremo per un paio di minuti, sfumiamo con del vino bianco e dopo aver fatto evaporare iniziamo ad aggiungere il nostro brodo sempre caldissimo, continuiamo così fino a cinque minuti alla cottura,
quando aggiungeremo al riso i calamari, il brodo delle cozze e vongole con i frutti sgusciati, portando il tutto a cottura finale.
Nel frattempo lasciamo cucinare in una padellina dove avremo messo un mestolo di brodo di crostacei, i nostri scampi interi che utilizzeremo per la decorazione dl piatto.
 Il riso e pronto e adesso fuori dal fuoco mantechiamolo con un goccino di olio evo un pezzettino di burro, trito fine di prezzemolo e zetse di buccia di mandarino essiccata.
Passiamo ad impiattare, dopo aver versato il risotto nel piatto di portata lo andremo a guarnire con una foglia di basilico scampo intero e qualche buccia di mandarino essiccata,tagliata più grossolanamente.

Serviamo fumante e augurandovi buon pranzo e buona estate il vostro Flaviano alias dal legno ai fornelli vi saluta dandovi appuntamento alla prossima ricetta.










Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.
Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti.
Ingredienti:
mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce.
Execution:
prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando dopo circa 15 minuti di …

Paccheri croccanti al forno

Paccheri croccanti al forno con ricotta melanzane e pomodorini conferit

Ingredienti per 4 persone Paccheri di gragnano 28 ½ chilo di ricotta fresca Due melanzane medie Un chilo di pomodorini datterini Olio evo qb Sale pepe Provola fresca oppure burrata Foglioline di menta,basilico e prezzemolo buccia di limone grattugiato.
Iniziamo lavando e asciugando i pomodorini Disporli su una teglia da forno tagliati a metà Aggiungendo un filo d’olio sale zucchero origano Inforniamo per un’ora e mezza a centoventi gradi. Tagliamo le due melanzane a dadini compresa la buccia i (dadini devono essere meno di un centimetro di lato) Friggiamoli in poco olio saliamo e lasciamoli raffreddare su carta assorbente Nel frattempo cuciniamo i nostri paccheri mi raccomando di non contarli prima perchè sicuramente qualcuno si aprira durante la cottura. In una ciotola capiente schiacciamo la ricotta un pizzico di sale pepe una lacrima di olio una fogliolina di menta E due cucchiai di latte aggiungiamo le melanzane…

Follow by Email

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy