Passa ai contenuti principali

Risotto con pesto di rucola mantecato al taleggio.

Risotto con pesto di rucola mantecato al taleggio.

Risotto con rucola, si voi mi direte che può risultare troppo amaro, lo so, noi lo addolciremo con il taleggio e con il brodo vegetale di cottura dove abbonderemo con le dolci carote, un po’ di parmigiano e il tutto credetemi vi farà apprezzare questo piatto, ma adesso concentriamoci sulla ricetta ed andiamo ad iniziare.

Ingredienti:

due mazzetti di rucola fresca, taleggio, rapa rossa, burro parmigiano, foglia di menta,scalogno,olio evo, sale, vino bianco dolce, nel nostro caso andrà benissimo un classico spumante italiano amabile, riso violone nano oppure classico carnaroli.
Brodo vegetale, carote,cipolla dolce, sedano, alloro, cumino e cardamomo.
Per le salse da guarnitura, per la verde, pesto di rucola, olio evo, sale, parmigiano.
Per la rossa, succo di rapa rossa, aceto, salsa barbecue e ketchup.
Per quella bianca, taleggio.

Execution:

La primissima cosa da fare appena svegli, sarà preparare il brodo vegetale, quindi aggiungiamo in una grossa pentola con acqua fredda le verdure mondate, carote in prevalenza, sedano, cipolla, foglie di alloro, semi di cumino e semi di cardamomo, portiamo la pentola sul fuoco copriamo e dimentichiamocene.
L’altra operazione che ci porterà via un po’ di tempo sarà la preparazione del pesto di rucola, quindi dopo aver mondato la nostra verdura, sminuzziamola sul tagliere e poi trasferiamola un po’ per volta nel mortaio unitamente ad un po’ di parmigiano e olio evo, iniziando a lavorare di gomito, l’alternativa meno poetica e artigianale e quella di trasferire la rucola con olio parmigiano e un pizzico di sale nel bicchiere del mixer e frullare fino ad ottenere il pesto, se utilizzate questa metodologia sarà importantissimo frullare a scatti e fermarsi spesso, per evitare di scaldare il composto e di conseguenza fargli perdere di brillantezza e di sapore.
Preparato il pesto di rucola passiamo alla fonduta di taleggio che realizzeremo a bagno maria, pentolino con un po’ di formaggio, un goccio di panna, da posizionare in un pentolino più grande pieno d’acqua, portiamo sul fuoco e lasciamo fondere a fiamma bassa.
Per la guarnitura rossa utilizziamo succo centrifugato di rapa rossa, lasciamo ridurre in un pentolino a fiamma bassa aggiungeremo quando inizia ad addensarsi un goccio di aceto e proprio alla fine un cucchiaio di ketchup.
Il brodo vegetale e ormai pronto e quindi passiamo alla cottura del riso, ricordo che ci vorranno una ventina di minuti, quindi mezz’ora prima dell’ora d pranzo possiamo iniziare.
Portiamo il tegame da risotto sul fuoco, con una noce di burro e un trito fine di scalogno e un pizzico di sale grosso, lasciamo dorare e versiamo il riso per la tostatura, dopo tre quattro minuti sfumiamo con il vino e lasciamo evaporare la parte alcolica.
Iniziamo a versare il brodo sempre caldo che abbiamo anche provveduto ad aggiustare di sale, ma non troppo e iniziamo la cottura del riso, quando giunti a metà dell’opera versiamo nel riso il pesto di rucola e amalgamiamo continuando a versare all’occorrenza del brodo, tutto questo fino a fine cottura.
Riso cotto, fuori dal fuoco aggiungiamo al riso una noce di burro il taleggio a tocchettini e un po’ di parmigiano, mantechiamo e lasciamo riposare un minutino coperto.
Impiattiamo e guarniamo con un po’ di pesto di rucola un po’ di fonduta di taleggio  un po’ di riduzione di rapa rossa in agrodolce e una fogliolina di menta.
Serviamo magari utilizzando piatto caldo e che dire se non buon pranzo e viva l’Italia.

Un saluto e un abbraccio virtuale dal vostro Flaviano alias dal legno ai fornelli che vi da appuntamento alla prossima ricetta.










Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Paccheri croccanti al forno

Paccheri croccanti al forno con ricotta melanzane e pomodorini conferit

Ingredienti per 4 persone Paccheri di gragnano 28 ½ chilo di ricotta fresca Due melanzane medie Un chilo di pomodorini datterini Olio evo qb Sale pepe Provola fresca oppure burrata Foglioline di menta,basilico e prezzemolo buccia di limone grattugiato.
Iniziamo lavando e asciugando i pomodorini Disporli su una teglia da forno tagliati a metà Aggiungendo un filo d’olio sale zucchero origano Inforniamo per un’ora e mezza a centoventi gradi. Tagliamo le due melanzane a dadini compresa la buccia i (dadini devono essere meno di un centimetro di lato) Friggiamoli in poco olio saliamo e lasciamoli raffreddare su carta assorbente Nel frattempo cuciniamo i nostri paccheri mi raccomando di non contarli prima perchè sicuramente qualcuno si aprira durante la cottura. In una ciotola capiente schiacciamo la ricotta un pizzico di sale pepe una lacrima di olio una fogliolina di menta E due cucchiai di latte aggiungiamo le melanzane…

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Follow by Email

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy