Passa ai contenuti principali

Linguine al granchio reale.

Linguine al granchio reale.

Granchio reale o granchio blu, specie aliena predatore vorace delle nostre specie autoctone  del nostro adriatico, arrivati con il riscaldamento del nostro mare.
Lui e un alieno e vuole conquistarci, noi per aiutare il nostro mare lo catturiamo, cuciniamo e lo mangiamo
 un mio caro  amico si e presentato a casa con un po’ di questi strani esseri che hanno iniziato a passeggiare per casa seminando il panico e con il mio nipotino più piccolo che li inseguiva.
Dopo la parte divertente, mi preparo per la ricetta che andremo di seguito a descrivere.

Ingredienti:

granchio reale, olio aglio, prezzemolo basilico vino bianco pomoorini damerini freschi, peperone verde, linguine di gragnano trafilate a bronzo.

Execution:

armati di guanti antitaglio portiamo i granchi sotto un getto di acqua corrente strofinando il loro carapace, lasciamoli sgocciolare, adesso a contatto con l’acqua dolce saranno più calmi, scusate la fase cruenta che segue, che possiamo evitare mettendo i granch vivi per una ventina di minuti in congelatore.
Se invece vogliamo velocizzare, lasciamo scaldare dell’olio evo con un paio di spicchi di aglio e qualche strisciolina di peperone verde, in una padella ampia quando l’aglio sarà dorato e l’olio caldissimo, dopo aver tolto l’aglio tuffiamo i granchi ancora vivi, nella padella e velocemente copriamo, lasciamo rosolarli così per cinque minuti, quando solleveremo il coperchio vedremo il loro colore verde blu bianco trasformato in un bel rosso arancio, lasciamo scoperta la padella e sempre a fiamma alta sfumiamo con un po’ di vino bianco, lasciamo evaporare la parte alcolica e aggiungiamo i pomodorini tagliati a spicchi, abbassiamo la fiamma copriamo e lasciamo cucinare dieci minuti.
Trascorso il tempo tiriamo fuori dalla padella i granchi, stacchiamo le chele principali e quelle più grandi, quindi riportiamo in padella il corpo dei  nostri crostacei copriamo e continuiamo la loro cottura insieme al pomodoro con padella coperta e fiamma bassa.
Intanto mentre le nostre linguine vanno in acqua bollente e salata, noi con l’aiuto di una pinza rompiamo le chele che abbiamo tolto in precedenza e tiriamo fuori il loro contenuto carnoso sfilacciamo le parti più grosse e teniamole da parte.
 Appena le linguine saranno più che al dente le scoliamo direttamente nella padella con i pomodorini e i granchi, aggiungiamo anche il contenuto delle chele che avevamo tenuto da parte e una spolverata di trito di prezzemolo e basilico.
Raggiunta la cottura ideale impiattiamo e serviamo, dopo aver mangiato la pasta, dovremo sporcarci aprendo i granchi, infatti e al loro interno che troveremo la parte piùsaporita dei crostacei, per chi invece non vorrà sporcarsi le mani poco male si accontenterà del sapore rilasciato in cottura e della polpa delle chele sminuzzata nel condimento.
A me non resta che augurarvi buon pranzo e salutarvi.

Vostro Flaviano by dal legno ai fornelli.








Commenti

  1. Sono stata in un ristorante dove ho mangiato ilgranchio blu con i paccheri ma era immangiabile aveva un odore sgradevole e' normale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non era fresco, va cucinato praticamente quando è ancora vivo

      Elimina

Posta un commento

ciao da Dal legno ai fornelli

Post popolari in questo blog

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce.

Crumble di pane tostato, aromatizzato alla curcuma e alla paprica dolce. Per dare croccantezza e colore alle nostre ricette, utilizzeremo del crumble di pane tostato aromatizzato alle spezie. Di seguito vi illustrerò come lo realizzo io per impreziosire e dare croccantezza ai mie piatti. Ingredienti: mollica di pane non troppo fresca un paio di giorni va bene, alloro olio evo, aglio, curcuma, paprica dolce. Execution: prendiamo della mollica di pane sgranata, non troppo rafferma, e portiamola in una padella calda, la fiamma dovrà essere bassissima, aggiungiamoci un paio di foglie di alloro e uno spicchio d’aglio sbucciato, iniziamo la tostatura mescolando insieme il composto con l’aiuto di una paletta, dopo qualche minuto aggiungiamo un cucchiaio di olio evo per mezzo kg di mollica e continuiamo a rimescolare il composto, dopo una decina di minuti inizieremo a vedere la nostra mollica che andra asciugando perdendo l’umidità in essa contenuta, sempre mescolando do

Calamarata di terra

Calamarata di terra “Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “ Ingredienti: per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco. Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiat

Follow by Email

Informazioni personali

La mia foto
Dal legno ai fornelli
santa croce di magliano, cb, Italy
Blog di cucina, ricette della tradizione e non solo, piatti veloci, vegetariani, primi piatti di mare e di terra, zuppe legumi, risotti. Salse, finger food, e tutto ciò che riguarda il mondo del food. Potete seguire il blog e commentare i post, chiedere consigli e ricette. Flaviano Iammarino alias dal legno ai fornelli sarà sempre disponibile. Dal legno ai fornelli e anche cuoco a domicilio, affiliato alla piattaforma internet di gnammo. Com per eventi di home food Contatti. flavianoiammarino@gmail.com cell. E watsapp +39 3381864330 Pagina Facebook. Instagram, Twitter, you tube, LinkedIn, dallegnoaifornelli.