Passa ai contenuti principali

Pappardelle al ragù di cinghiale.

Pappardelle al ragù di cinghiale.

Lo sò con l’arrivo della stagione estiva stare vicino ai fornelli e dura, ma dai non si cucina, una bella insalata, una pasta fredda, la frutta, eccetera eccetera………..
Ma se prepari una bella parmigiana,  un timballo di pasta,una lasagna,un bel risotto!!!!!!
Ti ritrovi circondato da tutti i pro pasti freschi e leggeri, con le posate in mano e con gli occhi indemoniati che ti dicono se non c’e ne per me, non c’e ne per nessuno,se manca il mio piatto rischi di brutto…………….io proprio non vi capisco, e ditelo, magari ringraziando, se cucini tu va benissimo tutto.
Ho capito oggi vi propongo come ricetta estiva in una calda domenica di giugno, una bella pappardella al ragù di cinghiale, si avete letto bene, ma se ne vedo qualcuno fare anche la scarpetta giuro che non finisce bene.

Ingredienti:

pappardelle, quelle buone di gragnano trafilate a bronzo, larghe larghe.
Sedano carote e cipolla, olio evo,passata di pomodoro, aglio prezzemolo e vino rosso.
Carne scelta di cinghiale, bacche di ginepro, alloro, timo, basilico e prezzemolo, chiodi di garofano.

Execution:

la prima cosa da fare per la realizzazione della ricetta e quella di marinare la carne di cinghiale almeno 12 ore prima, in un contenitore capiente aggiungiamo alla carne, le bacche di ginepro, le foglie di alloro, sale un filo d’olio due chiodi di garofano, prezzemolo e basilico e un rametto di timo, massaggiamo per bene qualche minuto in modo che la carne si impregni di tutti i sapori, poi aggiungiamo del vino rosso copriamo con la pellicola e riponiamo in frigo, come dicevo prima per almeno 12 ore.
Domenica mattina,ore 07:00, prepariamo un trito di sedano carota e cipolla e lasciamolo sfrigolare a fuoco medio basso con dell’olio evo, aggiungiamo, l’aglio tritato e la nostra carne marinata che abbiamo provveduto a sciacquare con del vino.
Lasciamo rosolare la carne per almeno 15 minuti e poi copriamo con passata di pomodoro, aggiungendo mezzo bicchiere di vino rosso una foglia di alloro e un po’ di prezzemolo copriamo e lasciamo cucinare a fiamma bassa, utilizzando anche lo spargifiamma per almeno quattro ore.
Ore 12:45, prepariamoci per lessare le pappardelle che appena cotte, mi raccomando aldente verranno condite con uno storico ragù di cinghiale e guarnite con parmigiano o pecorino a discrezione degli ospiti.

Buon pranzo e buona domenica dal vostro Flaviano.









Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Paccheri croccanti al forno

Paccheri croccanti al forno con ricotta melanzane e pomodorini conferit

Ingredienti per 4 persone Paccheri di gragnano 28 ½ chilo di ricotta fresca Due melanzane medie Un chilo di pomodorini datterini Olio evo qb Sale pepe Provola fresca oppure burrata Foglioline di menta,basilico e prezzemolo buccia di limone grattugiato.
Iniziamo lavando e asciugando i pomodorini Disporli su una teglia da forno tagliati a metà Aggiungendo un filo d’olio sale zucchero origano Inforniamo per un’ora e mezza a centoventi gradi. Tagliamo le due melanzane a dadini compresa la buccia i (dadini devono essere meno di un centimetro di lato) Friggiamoli in poco olio saliamo e lasciamoli raffreddare su carta assorbente Nel frattempo cuciniamo i nostri paccheri mi raccomando di non contarli prima perchè sicuramente qualcuno si aprira durante la cottura. In una ciotola capiente schiacciamo la ricotta un pizzico di sale pepe una lacrima di olio una fogliolina di menta E due cucchiai di latte aggiungiamo le melanzane…

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …