Passa ai contenuti principali

Bucatini al ragù di triglie.

Bucatini al ragù di triglie.

Ma se un amico ti regala un po’ di triglie, e perché ti vuole bene! Oppure vuole che le cucini!!
Va bene prepareremo oggi un primo di mare, ma di quelli veri, quelli che mentre lo mangi, ti sembra quasi di baciare uno scoglio bagnato dal mare.
Bucatini al ragù di triglie.

Ingredienti:

triglie fresche, passata di pomodoro quella fatta in casa, olio evo, aglio, cipolla, sale pepe e peperoncino, finocchietto selvatico, oppure in alternativa va bene la barba dei finocchi, prezzemolo e mollica di pane tostato con spezie, bucatini, ma anche linguine o spaghetti.

Execution:

La prima cosa da fare, con tanta pazienza sarà diliscare i filetti di triglia, infatti questo pesce in particolare ne è pieno e trovarne nel piatto non sarebbe simpatico.
Dopo aver sviscerato e passato sotto acqua corrente il nostro pescato, ne ricaviamo dei filetti che provvederemo a diliscare con l’aiuto di una pinza da cucina.
Dopo questa lunga e laboriosa operazione tagliuzziamo grossolanamente i filetti e teniamoli da parte, magari in frigo.
Leggevo tempo fa che per evitare di trovare delle lische nel piatto, i filetti vengano frullati, ma chiaramente la consistenza e diversa dai pezzi interi.
Lasciamo imbiondire uno spicchio d’aglio in padella con olio evo appena sarà dorato lo togliamo e aggiungiamo un trito fine di cipolla dolce e gambi di prezzemolo finemente tagliuzzati appena la cipolla sarà imbiondita versiamo la passata di pomodoro, un paio di cucchiai per persona.
Copriamo abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo cucinare almeno venti minuti.
Altra padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio che lasciamo dorare e poi togliamo versiamo nell’olio caldo ma non troppo bollente, i filetti di triglia tagliati un pizzico di sale, un po’ di pepe e peperoncino, saltiamo un paio di minuti, trascorsi i quali aggiungiamo il sughetto ormai pronto, amalgamiamo e lasciamo cucinare insieme altri dieci minuti, il tempo necessario affinché i bucatini raggiungano una  cottura bella al dente.
Scoliamo la pasta direttamente in padella, con l’aggiunta di un bel trito di finocchietto e prezzemolo e saltiamo il tutto insieme ancora per qualche minuto, nel caso aiutiamoci con un goccio d’acqua di cottura.
Impiattiamo e guarniamo con una spolverata di pane tostato alle spezie un ciuffo di finocchietto e serviamo, ringraziando per le triglie  l’amico rimasto a pranzo.
Un grosso saluto da Flaviano.







Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Paccheri croccanti al forno

Paccheri croccanti al forno con ricotta melanzane e pomodorini conferit

Ingredienti per 4 persone Paccheri di gragnano 28 ½ chilo di ricotta fresca Due melanzane medie Un chilo di pomodorini datterini Olio evo qb Sale pepe Provola fresca oppure burrata Foglioline di menta,basilico e prezzemolo buccia di limone grattugiato.
Iniziamo lavando e asciugando i pomodorini Disporli su una teglia da forno tagliati a metà Aggiungendo un filo d’olio sale zucchero origano Inforniamo per un’ora e mezza a centoventi gradi. Tagliamo le due melanzane a dadini compresa la buccia i (dadini devono essere meno di un centimetro di lato) Friggiamoli in poco olio saliamo e lasciamoli raffreddare su carta assorbente Nel frattempo cuciniamo i nostri paccheri mi raccomando di non contarli prima perchè sicuramente qualcuno si aprira durante la cottura. In una ciotola capiente schiacciamo la ricotta un pizzico di sale pepe una lacrima di olio una fogliolina di menta E due cucchiai di latte aggiungiamo le melanzane…