Passa ai contenuti principali

Calamari ripieni stufati in padella su crema di fave secche.

Calamari ripieni, stufati in padella su crema di fave secche.

Secondo di pesce veloce e saporito per una cena d’effetto.
Calamari ripieni alle erbe spontanee cotti in padella e serviti su una crema di fave secche, aromatizzata con paprica dolce e polvere di limone.

Ingredienti:

calamari freschi, verdure spontanee miste, mollica di pane, sale olio, latte, pomodori secchi, capperi, fave secche ammollate per almeno 6 ore.
Paprica dolce, polvere di limone, vino rosso ½ bicchierino.

Execution:

partiamo subito, con il pulire i calamari svuotandoli senza farli aprire, sciacquiamoli con acqua corrente e lasciamoli sgocciolare.
Prepariamo il ripieno, tagliuzziamo le verdure spontanee gia lessate le uniamo in padella con della mollica di pane ed un trito di capperi pomodori secchi, aggiungiamo anche un po’ di tentacoli e alette dei calamari, sempre sminuzzati.
Stufiamoli insieme a fuoco dolce per 5 o 6 minuti e lasciamolo raffreddare.
Per la crema di fave le cuciniamo dopo l’ammollo in una pentola con un po’ d’acqua, quando saranno cotte si sfalderanno facilmente schiacciandole con il cucchiaio di legno. Continuiamo la cottura aggiungendo sale e un po’ d’olio evo togliamo dal fuoco e frulliamo con il mixer per rendere il tutto liscio e omogeneo, riportiamo la pentola sul fuoco a fiamma quasi impercettibile e aromatizziamo la nostra crema di fave con un paio di cucchiai di paprica dolce e un cucchiaino di polvere di limone,mescolando sempre con la paletta di legno e stando attenti a non farla addensare troppo, se dovesse succedere basterà aggiungere un goccio di acqua calda e rimescolare per fluidificare.
Il ripieno e ormai freddo lavoriamolo un po’ con un cucchiaio aggiungendo un goccio di latte e aggiustiamo di sale.
Riempiamo i calamari, chiudiamoli con uno stuzzicadenti e passiamo alla loro cottura
In una padella con un filo d’olio evo, stufiamo sia i calamari che i tentacoli, girandoli e rigirandoli in continuazione e bagnandoli durante la cottura con schizzi di vino rosso. Ci vorranno all’incirca una decina di minuti.
Quando saranno belli rosolati li adageremo sul piatto dove avremo preparato una base di crema di fave secche bollente, un giro di olio evo a crudo e serviamo.

Gustiamo questo secondo di pesce che piace proprio a tutti, un saluto dal vostro Flaviano in cucina









Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Paccheri croccanti al forno

Paccheri croccanti al forno con ricotta melanzane e pomodorini conferit

Ingredienti per 4 persone Paccheri di gragnano 28 ½ chilo di ricotta fresca Due melanzane medie Un chilo di pomodorini datterini Olio evo qb Sale pepe Provola fresca oppure burrata Foglioline di menta,basilico e prezzemolo buccia di limone grattugiato.
Iniziamo lavando e asciugando i pomodorini Disporli su una teglia da forno tagliati a metà Aggiungendo un filo d’olio sale zucchero origano Inforniamo per un’ora e mezza a centoventi gradi. Tagliamo le due melanzane a dadini compresa la buccia i (dadini devono essere meno di un centimetro di lato) Friggiamoli in poco olio saliamo e lasciamoli raffreddare su carta assorbente Nel frattempo cuciniamo i nostri paccheri mi raccomando di non contarli prima perchè sicuramente qualcuno si aprira durante la cottura. In una ciotola capiente schiacciamo la ricotta un pizzico di sale pepe una lacrima di olio una fogliolina di menta E due cucchiai di latte aggiungiamo le melanzane…