Passa ai contenuti principali

Strascinati e vrdocchie, con cime di rape scampi e vongole.

Strascinati e vrdocchie, con cime di rape scampi e vongole.

17 di gennaio San Antonio Abate, con oggi inizia un altro carnevale, salutiamo questo periodo di festa che ci traghetterà fuori dall’inverno.
Ho pensato oggi di stravolgere il classico piatto della tradizione pugliese, ma comune nel sud della nostra  bell’Italia.
Orecchiette con cime di rapa, la ricetta classica prevede i filetti di alici e il pane tostato,
da noi viene arricchito con un soffritto di pancetta aglio olio e peperoncino, mentre io oggi ho provato a variare la ricetta aggiungendo scampi e vongole. Alla pasta oltre alle orecchiette strascinate ho accoppiato i cavatelli, i vrdocchie.

Ingredienti:

Cime rape fresche, farina di semola di grano duro, scampi vongole aglio olio peperoncino prezzemolo e la classica granella di pane tostato.

Execution:

Mondiamo le rape eliminando le foglie esterne più dure e rovinate privilegiando le foglioline tenere i germogli e la parte dei gambi sempre più teneri, laviamo la verdura con l’ausilio del bicarbonato e risciacquando più volte, lasciandole sgocciolare nel colapasta.
Lasciamo depurare le vongole in acqua salata e passiamo alla pasta.
Farina di semola di grano duro,  per 200 gr di farina aggiungiamo 100 gr di acqua e un pizzico di sale, impastiamo fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea e lasciamo riposare una mezz’ora.
I cavatelli sappiamo come farli, per le orecchiette realizziamo dei bastoncini di circa un cm di diametro e lo tagliamo della stessa lunghezza, con la punta di un coltello liscia non quello seghettato, schiacciamo la pasta tirandola sul tagliere, e risvoltandola in modo da lasciare la parte ruvida, che sembra strappata all’esterno.
Lasciamo aprire le vongole con olio aglio peperoncino e prezzemolo, le priviamo delle valve lasciandone solo alcune intere, filtriamo il liquido e teniamo da parte.
In una padella  lasciamo rosolare una parte di rape non ancora lessate, con un filo d’olio un pizzico di sale e il peperoncino, aggiungiamo anche gli scampi lasciandoli rosolare per poi toglierli.
Lessiamo in abbondante acqua salata le cime di rape, per cinque minuti poi aggiungiamo anche le orecchiette e i cavatelli.
Portiamo a cottura scoliamo e versiamo nella padella con le rape rosolate aggiungiamo anche le vongole con il loro liquido,gli scampi e saltiamo insieme due minuti, impiattiamo guarnendo con la granella di pane tostato, un paio di scampi su tutto un filino di olio a crudo e serviamo.

Buon pranzo
Vostro con affetto Flaviano






Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.
Menù per arrivare a fine mese, pasta fresca, taccozzelle di farro con carote e zucchine.
Ingredienti:
pasta fresca con farina di farro, carote, zucchine, cipollotto, pomodori secchi, aglio,olio,peperoncino,concentrato di pomodoro e mollica di pane tostato.
Execution:
per la ricetta di oggi recuperiamo un po’ di cose dal frigo zucchine e carote che taglieremo a julienne con l’aiuto di un pelapatate, un trito di cipollotto aglio e pomodori secchi ammorbiditi precedentemente. In padella olio evo e trito di cipollotto e aglio con un po’ di  peperoncino appena inizia a sfrigolare aggiungiamo le verdure tagliate a julienne, per le zucchine solo la parte verde, lasciamo rosolare qualche minuto e aggiungiamo un po’ d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro, aggiustiamo di sale, copriamo e lasciamo cuocere a fiamma dolce. Per la pasta usiamo solo farina di farro, che impastiamo con acqua un filo d’olio e un pizzico di sale. Come semp…