Passa ai contenuti principali

Incontri d’autunno.

Incontri d’autunno.

Quando il mare incontra la terra in autunno tutto può succedere, credetemi succede anche che ne venga fuori qualcosa di straordinario. Io ci ho provato fatelo anche voi amiche e amici del mio blog,
non ve ne pentirete.

Ravioli di mare su vellutata di terra con gommoso di melograno.

Domenica pasta fresca.
 e oggi famola strana.
Ravioli sardi ripieni di ricotta cozze vongole verdure croccanti,serviti su una vellutata di zucca aromatizzata alle spezie e pralina gommosa realizzata con succo di melograno.

Ingredienti:

Per la pasta farina di semola e acqua.

Per il ripieno ed il condimento, cozze vongole veraci scampi e lupini,ricotta bietola,rucola parmigiano,pane tostato sale prezzemolo olio evo peperoncino aglio e pepe.julienne di peperoncino dolce essiccato, per l’impiattamento.

Per la vellutata zucca aglio, olio cipolla, timo  maggiorana e un pizzico di sale.

Per il gommoso succo di almeno due melagrane e un foglio di colla di pesce.

Come o fatto

 Dopo aver fatto spurgare le vongole e i lupini, puliamo per bene le cozze e lasciamole aprire separatamente con aglio olio e prezzemolo priviamo i frutti dalle valve lasciando solo un po’ di veraci con il loro guscio, conserviamo anche il loro liquido tenendo tutto da parte.

Prepariamo la vellutata, lasciamo imbiondire delicatamente in padella un trito di cipolla,aggiungiamo del timo,maggiorana e la zucca a dadini, lasciamola cucinare a fiamma dolce senza aggiungere liquidi.
Quando sarà cotta simile ad una purea la frulleremo con il mixer ad immersione e teniamola da parte.

Prepariamo adesso il ripieno amalgamando ricotta parmigiano un filo d’olio sale un po’ di cozze vongole e lupini tritati, con anche un po’ di code di scampi. trito di prezzemolo pangrattato macinata di pepe e le verdure bieta e rucola  tostate in padella
Mescoliamo tutti gli ingredienti ottenendo un impasto omogeneo teniamolo da parte in frigo.

Per il gommoso in un pentolino lasciamo ridurre il succo di melagrana e aggiungiamoci la foglia di colla di pesce. Quando avremo ottenuto una crema liscia e densa la trasferiremo in un piatto e la porteremo in frigo.



Infine prepariamo la pasta utilizzando solo farina di semola di grano duro, ( per un chilo di farina mezzo litro di acqua).
Dopo aver impastato e lasciato riposare l’impasto per almeno un ora stendiamo una sfoglia, spessa un paio di mm, ricaviamone dei dischetti di circa 10 cm di diametro, poggiamo al loro centro un paio di cucchiaini di ripieno e chiudiamoli sigillandoli, poi prendendoli in mano plissettiamo il lembo, una volta terminata questa operazione posizioniamo i ravioli su di un vassoio e lasciamoli asciugare.
Abbiamo preparato tutto, non ci resta che passare all’ultima fase cottura e impiattamento.

Lessiamo i ravioli per due minuti in acqua appena salata, dopodichè termineremo la cottura in una pentola dove avremo messo il liquido fuoriuscito nell’apertura dei mitili, così che la pasta si insaporisca per bene.
Contemporaneamente inforniamo gli scampi bagnandoli con del liquore al melograno, a 200 gradi per cinque minuti.

Iniziamo l’impiattamento, un mestolo di vellutata calda al centro del piatto, posizioniamoci sopra in nostri ravioli,un po’ di vongole veraci con il loro guscio uno scampo appena uscito dal forno e tre quattro cucchiaini di gommoso al melograno. Un niente di trito di prezzemolo ed un ciuffettino di julienne di peperoncino dolce essiccato.
Consiglio piatto caldo così come tutti gli ingredienti e serviamo velocemente.
Spero vi piaccia e che dire buona domenica e buon pranzo

Flaviano by dal legno ai fornelli.





Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.
Menù per arrivare a fine mese, pasta fresca, taccozzelle di farro con carote e zucchine.
Ingredienti:
pasta fresca con farina di farro, carote, zucchine, cipollotto, pomodori secchi, aglio,olio,peperoncino,concentrato di pomodoro e mollica di pane tostato.
Execution:
per la ricetta di oggi recuperiamo un po’ di cose dal frigo zucchine e carote che taglieremo a julienne con l’aiuto di un pelapatate, un trito di cipollotto aglio e pomodori secchi ammorbiditi precedentemente. In padella olio evo e trito di cipollotto e aglio con un po’ di  peperoncino appena inizia a sfrigolare aggiungiamo le verdure tagliate a julienne, per le zucchine solo la parte verde, lasciamo rosolare qualche minuto e aggiungiamo un po’ d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro, aggiustiamo di sale, copriamo e lasciamo cuocere a fiamma dolce. Per la pasta usiamo solo farina di farro, che impastiamo con acqua un filo d’olio e un pizzico di sale. Come semp…