Passa ai contenuti principali

Trittico della melanzana.

Trittico della melanzana.

Parmigiana classica con mozzarella,variante con taleggio e mezze maniche alla norma con frutti di bosco. Osare e d’obbligo

Capita spesso in una notte afosa di mezza estate,di non riposare,sarà colpa del caldo del silenzio assordante del cielo stellato,con le sue stelle cadenti.
Succede spesso e succede in agosto,quando il non dormire accuisce le nostre pene acutizzando i nostri dolori.
Come cercare sollievo dalla nostra storia in una notte di mezza estate??
Il refrigerio di un gelato!!!!,ma poi ti viene sete,un bicchiere di vino fresco!!!!! ma poi sudi,
apri chiudi e riapri il frigo, sarà il sonno ma le melanzane ti sorridono. Alle tre di notte vai con la frittura,domani domenica il pranzo sarà un tripudio di melanzane.
I consigli di facebook per post di effetto brevi coincisi e con immagini di effetto,noi siamo gia fuori di molto.
 Mi piace pensare però che i miei amici amino come me soffermarsi e dedicare un po’ di tempo anche allo stato d’animo dei postanti e non solo alle foto d’effetto,veniamo subito al punto.No punto.si ho capito ho messo solo il punto a va bè,!!!??? (alleggerimento).

Ingredienti:

melanzane dell’ortolano, anche quelle brutte,olio per friggere,farina, uova fresche,sale basilico,olio evo,aglio,passata di pomodoro fresco,datterino di Francesco,nodini di maria antonietta,parmigiano reggiano,taleggio,origano,frutti di bosco,peperoncino fresco e sembra nient’altro se manca qualcosa lo aggiungiamo dopo.Ricotta stagionata di capra.

Premesso che sono della scuola dell’amaro, non passo le melanzane affettate con il sale per far perdere l’acqua di vegetazione dell’ortaggio che risulta un po’ amara, a me piace il suo contrasto con il dolce e l’acido che compone il piatto. Si lo so e personale, ma non è obbligatorio seguire la ricetta i gusti sono soggettivi e vanno rispettati.

Friggiamo un po’ di melanzana a tocchettoni,serviranno per la Norma,le altre le friggiamo a fette dopo averle infarinate e passate nell’uovo,lasciamole rilasciare l’olio in carta assorbente,che cambieremo almeno tre volte.
Prepariamo un ragù di datterino fresco passato al passaverdura, solo con aglio olio basilico e peperoncino fresco,basterà cucinarlo a fiamma dolce per 45 minuti.
Trascorsi i quali aggiungeremo la melanzana fritta a tocchettoni lasciando andare per altri 10 minuti.
Il nodino di pasta filata va sciolto e sfilacciato fino ad ottenere un gomitolo di mozzarella,il taleggio lo tagliamo a fettine sottili.
Prepariamo i tortini da passare al forno alternando strati di melanzana mozzarella,parmigiano ragù e via così all’infinito no fermi bastano 4 o 5 strati.
Per la variante al taleggio sostituiamo la mozzarella appunto con fettine di taleggio.un po’ lo conserveremo anche per guarnire.
Inforniamo i tortini per venti minuti 180 gradi, + due con funzione grill.
Lessiamo anche le mezze maniche che condiremo con il ragù di datterino fresco e melanzane fritte
Impiattiamo guarnendo con i frutti di bosco un po’ di ricotta stagionata e foglia di basilico.


Sforniamo anche i tortini e guarniamo nel piatto quello al taleggio con fettine di formaggio taleggio aromatizzato all’origano con olio evo.
















Commenti

Post popolari in questo blog

Calamarata di terra

Calamarata di terra
“Piatti veloci di giugno melanzana zucchina mela e pomodorini “
Ingredienti:
per due persone una melanzana piccola,una zucchina, 10 pomodorini e 190gr di pasta. Olio sale 4 foglie di alloro aglio mezza mela golden meglio se un po’ appassita,peperoncino origano Prezzemolo e formaggio grattugiato ( parmigiano o pecorino o ricotta stagionata) vino bianco.

Scaldiamo un filo di olio in padella con spicchio d’aglio peperoncino e le foglioline d’alloro aggiungiamo una dadolata di melanzana e zucchina abbastanza piccola  stufiamo a fiamma vivace sfumiamo con vino bianco e aggiungiamo prima la mela sempre a dadini e poi i pomodorini tagliati in quattro mescoliamo per bene e copriamo. Lasciamo andare cosi per tutto il tempo di cottura della pasta. Scoliamo la calamarata e tuffiamola nella padella dove prima avremo tolto le foglioline di alloro e lo spicchio d’aglio ultimiamo la cottura risottando e  aggiungendo un po’ di origano amalgamiamo e impiattiamo. Guarniamo con una …

Razza all’acqua pazza

Razza all’acqua pazza
La mia versione della famosissima ricetta campana
Ingredienti:
sedano cipolla alloro gambi di prezzemolo sale pochi pomodorini tagliati solo a metà, olio evo vino bianco peperoncino fresco e possiamo variare con odori e spezie che più ci piacciono esempio cumino pepe cardamomo timo origano rosmarino a secondo del sapore del pescato che andiamo ad utilizzare.
L’acqua pazza ricetta semplicissima per ottenere una cottura veloce e saporita senza stravolgere i sapori del pescato che andremo ad utilizzare,infatti questa cottura si presta per moltissimi tipi di pesce generalmente si predilige il pescato deliscato per dare sapore al brodo oppure il carapace dei crostacei con le teste, per una bisque saporita e delicata le code e i filetti infatti vengono cotti pochi minuti prima di servirli. Tutta la cottura generalmente va dai 20 ai 30 minuti molto dipende sempre dalle dimensioni delle parti che dobbiamo cucinare.
Per la razza, in un tegame a bordi bassi rosoliamo del …

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.

Taccozzelle di farro, con ragù di carote e zucchine.
Menù per arrivare a fine mese, pasta fresca, taccozzelle di farro con carote e zucchine.
Ingredienti:
pasta fresca con farina di farro, carote, zucchine, cipollotto, pomodori secchi, aglio,olio,peperoncino,concentrato di pomodoro e mollica di pane tostato.
Execution:
per la ricetta di oggi recuperiamo un po’ di cose dal frigo zucchine e carote che taglieremo a julienne con l’aiuto di un pelapatate, un trito di cipollotto aglio e pomodori secchi ammorbiditi precedentemente. In padella olio evo e trito di cipollotto e aglio con un po’ di  peperoncino appena inizia a sfrigolare aggiungiamo le verdure tagliate a julienne, per le zucchine solo la parte verde, lasciamo rosolare qualche minuto e aggiungiamo un po’ d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro, aggiustiamo di sale, copriamo e lasciamo cuocere a fiamma dolce. Per la pasta usiamo solo farina di farro, che impastiamo con acqua un filo d’olio e un pizzico di sale. Come semp…